posizionamento gratis nei motori di ricercaposizionamento-gratis.net > ServiziPosizionamento nei motori di ricercaPosizionamento: iscrivi Gratuitamente la tua attivit

Corte di Giustizia UE, cos’è e cosa fa

Corte di Giustizia UE

La Corte di giustizia delle Comunità europee (spesso chiamata semplicemente come "Corte di Giustizia UE") risale al primo dei trattati dell'UE, il trattato CECA del 1952. Ha sede a Lussemburgo e ha come compito quello di assicurarsi che la legislazione dell'UE sia interpretata e applicata nello stesso modo in tutti i Paesi dell'UE, in modo che la legge sia uguale per tutti. Assicura, per esempio, che i tribunali nazionali non diano sentenze diverse sulla stessa questione.

La Corte si assicura inoltre che gli Stati membri dell'UE e le istituzioni facciano ciò che la legge richiede. La Corte ha il potere di risolvere le controversie legali tra gli stati membri dell'UE, le istituzioni dell'UE, le imprese e gli individui.

Ma chi è esattamente la Corte di Giustizia UE? E da chi è composta? Qual è l’organizzazione di questa importante istituzione, fin troppo sconosciuta nonostante l’essenziale ruolo che svolge in ambito comunitario?

Cerchiamo di conoscerla meglio grazie alle informazioni condivise da EuropeiUnite.eu, uno dei siti informativi di riferimento per quanto concerne le istituzioni comunitarie.

Come è composta la Corte di Giustizia UE

La Corte di Giustizia UE è composta da un giudice per ogni Stato membro, in modo che tutti i 27 sistemi giuridici nazionali dell'UE siano rappresentati. Per motivi di efficienza, tuttavia, la Corte si riunisce raramente come Corte al completo, ma preferisce riunioni di tredici, cinque o tre giudici.

Gli avvocati generali

La Corte è assistita da otto "avvocati generali". Il loro ruolo è quello di presentare opinioni sui casi portati davanti alla Corte. Devono farlo pubblicamente e in modo imparziale.

I giudici e gli avvocati generali sono persone la cui imparzialità deve essere nota. Ricoprono qualifiche o hanno competenze necessarie per la nomina alle più alte cariche giudiziarie nei loro Paesi d'origine. Sono nominati alla Corte di giustizia di comune accordo tra i governi degli Stati membri dell'UE. Ognuno è nominato per un periodo di sei anni, con un mandato che tuttavia può ben essere rinnovato.

Il Tribunale di prima istanza

Per aiutare la Corte di giustizia a far fronte al gran numero di casi che le vengono sottoposti e per offrire ai cittadini una migliore protezione giuridica, nel 1988 è stato creato un Tribunale di prima istanza. Questo tribunale (annesso alla Corte di giustizia) ha il compito di pronunciarsi su alcuni tipi di cause, e in particolare le azioni intentate da privati, da imprese e da alcune organizzazioni, e le cause relative al diritto della concorrenza. Anche questo tribunale ha un giudice per ogni Paese dell'UE.

Il Tribunale della funzione pubblica

Il Tribunale della funzione pubblica dell'Unione europea giudica le controversie tra l'Unione europea e la sua funzione pubblica. Questo speciale tribunale è composto da sette giudici ed è collegato al Tribunale di primo grado.

La Corte di giustizia, il Tribunale di primo grado e il Tribunale della funzione pubblica hanno ciascuno un presidente scelto dai loro colleghi giudici per un mandato rinnovabile di tre anni.